Home » Al via la Serie A 2021/2022: un rapido sguardo alle squadre

Al via la Serie A 2021/2022: un rapido sguardo alle squadre

di Redazione EFBET News
serie a assalto trono inter

Tutti a caccia dell’Inter… o forse no. Il doppio addio di Hakimi e Lukaku ha incrinato la fiducia dei tifosi nerazzurri a poche settimane dal titolo conquistato e potrebbe aver demoralizzato Simone Inzaghi, chiamato per sostituire Conte. Marotta sta provando a mettere una toppa alle cessioni importanti, ma gli acquisti di Dzeko e Calhanoglu non infiammano una piazza delusa. La Juventus di Allegri, dal canto suo, è in agguato per riprendersi lo scettro della Serie A; d’altronde le quote degli allibratori sono emblematiche perché indicano i bianconeri favoriti per la vittoria finale. Il recente acquisto di Localtelli indica la nuova via della Vecchia Signora, decisa a iniziare un’opera di rinnovamento del suo roster con validi giovani.

Dietro alle due rivali di sempre l’Atalanta, ormai una solida realtà del campionato, proverà a infilarsi nella lotta per lo scudetto grazie anche agli innesti di Demiral e di Musso, portiere tra i più affidabili della Serie A nella scorsa stagione, con la maglia dell’Udinese. Punta sulla continuità il Milan, a cominciare dalla panchina con Pioli. Dopo aver lasciato al loro destino Donnarumma e Raiola, i rossoneri hanno trovato in Maignan l’erede del portiere campano e, per far rifiatare Ibrahimovic, si sono affidati all’usato sicuro che prende il nome di Gignac. In casa Napoli l’arrivo di Juan Jesus non scalda i cuori dei tifosi, in molti si aspettano un colpo di coda nel mercato della società partenopea anche per accontentare Spalletti.

Destano curiosità i nuovi corsi di Lazio e Roma, due club che hanno puntato su allenatori di indubbio calibro. I giallorossi di Mourinho hanno appena piazzato il colpo Abraham, l’attaccante che già fa infiammare la tifoseria, mentre i tifosi biancocelesti di Sarri, dopo i tentennamenti di mercato dovuti all’indice di liquidità, sperano in altri colpi di mercato. Per ora l’arrivo a sorpresa di Pedro, prelevato proprio dai cugini, ha spiazzato entrambe le piazze. Il Sassuolo riparte da Dionisi per provare a dimenticare De Zerbi, mentre la Sampdoria ha affidato a Roberto D’Aversa la sua panchina.

In casa Genoa si prova (finalmente) a non stravolgere la guida tecnica che sarà nuovamente Davide Ballardini. Nel vortice infinito delle panchine non poteva mancare la Fiorentina che ha consegnato le chiavi del centro sportivo a Vincenzo Italiano, reduce da una ottima stagione con lo Spezia. I liguri, invece, con una mossa a sorpresa hanno scelto Thiago Motta per la propria panchina. Non è partita bene l’avventura del Bologna di Mihajlovic, subito eliminato in Coppa Italia dalla Ternana. I tifosi rossoblu bramano dalla voglia di vedere Arnautovic all’opera, acquisto di punta del calciomercato felsineo.

Un tecnico fumantino come Juric guiderà il Torino, la piazza si aspetta sicuramente un periodo meno deludente rispetto al calvario della scorsa stagione. A Udine Gotti è pronto per infondere nuovamente sicurezza a tutto l’ambiente, mentre un po’ più a ovest Di Francesco si prepara per una nuova avventura, stavolta alla guida del Verona. Si percepisce una discreta fiducia a Cagliari dove lo scoppiettante calciomercato ha portato un mix di elementi, tra cui Strootman. In casa del neopromosso Empoli, dopo l’addio di Dionisi, per la panchina si è deciso di puntare su un cavallo di ritorno come Andreazzoli. Dopo aver attraversato le sabbie mobili dell’incertezza societaria la Salernitana di Castori si rituffa in Serie A per tentare di afferrare una complessa salvezza. Paolo Zanetti, sulla panchina del Venezia, è chiamato ad una nuova impresa dopo la rocambolesca promozione in Serie A.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento