Home » Albania – Italia 1 : 3. Quanti rimpianti per l’Italia baby di Mancini

Albania – Italia 1 : 3. Quanti rimpianti per l’Italia baby di Mancini

di Fabrizio
italia di mancini

Guardando la partita e annotando le giocate di un regista come Verratti in molti ci siamo chiesti se è possibile per giocatori come questi restare fuori dal mondiale: ebbene si, ed è successo non solo una volta, ma per ben due volte consecutive!

Quanto alla partita amichevole, Vincenzo Grifo ha messo a segno una doppietta dopo il gol di Giovanni Di Lorenzo , mentre l’Italia è tornata da un’apertura di Ardian Ismajli vincendo 3-1 in Albania, ma entrambe le squadre hanno anche colpito dei legni.

Questa amichevole ha dato a Roberto Mancini l’opportunità di sperimentare un modulo 3-4-3 e alcuni volti nuovi, tra cui l’esordio a pieno titolo per il 18enne dell’Atalanta Giorgio Scalvini .

Tuttavia, l’Albania è passata in vantaggio con la sua prima vera incursione in avanti ed è stato un gol realizzato in Serie A. Nedim Bajrami ha lanciato un lungo calcio di punizione sul palo posteriore per il colpo di testa del suo compagno di squadra dell’Empoli Ardian Ismajli sulla parte inferiore della traversa . Era il primo gol che l’Albania avesse mai segnato contro l’Italia alla quarta partita.

Il pressing di Federico Dimarco impensierisce Etrit Berisha e il gol del pareggio vede il cross di Grifo scheggiato sulla traversa vicina dove  Di Lorenzo sorprende i difensori con un tiro al volo da distanza ravvicinata.

Zaniolo sfiora il gol pochi istanti dopo, respinto da un pallonetto alto di Dimarco e il suo pallonetto atterra sul tetto della rete.

Gli azzurri ribaltano completamente la situazione con Raspadori che fa scattare la trappola del fuorigioco e attira Marash Kumbulla verso di sé solo per inviare generosamente un passaggio mascherato per Grifo smarcato per segnare.

Sandro Tonali ha avuto un infortunio che al momento sembrava davvero serio: è stato messo in barella poco prima dell’intervallo dopo essere atterrato goffamente sulla sua spalla.

Zaniolo è stato sfortunato a colpire la base del montante al limite del primo tempo dopo un buon lavoro di Raspadori.

Dopo la ripresa, Meret ha messo i guanti su un colpo di testa di Marash Kumbulla sul primo palo e l’attaccante del Chelsea Armando Broja è uscito zoppicando dopo una distorsione.

Anche l’Albania ha scosso l’inquadratura della porta con Myrto Uzuni , poi Meret ha coperto la respinta di Odise Roshi .

Gli albanesi  hanno colpito di nuovo la traversa in contropiede con Bajrami prima che Leonardo Bonucci eseguisse una respinta dalla linea di fondo sul successivo Roshi.

Ma alla fine, Grifo ha raddoppiato il suo bottino quando il cross basso di Marco Verratti è stato deviato sulla sua traiettoria, centrando il bersaglio da appena dentro l’area con l’interno del piede destro. Per il Grifo è stata la seconda doppietta con l’Italia dopo l’amichevole vinta per 4-0 contro l’Estonia nel novembre 2020.

Il tiro al volo di Dimarco viene parato sul primo palo da un assist al bacio di Verratti, poi Meret deve fare lo stesso su Roshi smarcato sul palo e su una rovesciata acrobatica di Xhuliano Skuka.

Mancini ha regalato a Federico Chiesa il suo ritorno in azzurro e l’esordio per il 16enne talento dell’Udinese Simone Pafundi . I due si combinano alla fine del tempo, e Chiesa spara un colpo di testa di Pafundi dritto al portiere.

Albania-Italia 1-3

Ismajli 15 (A), Di Lorenzo 20 (I), Grifo 25, 63 (I)

Albania: Berisha; Ismajli (A Bajrami 71), Kumbulla, Mihaj; Hysaj, Abrashi (Ramadani 77), Bare (Laci 87), N Bajrami (Asllani 71), Lenjani; Broja (Roshi 50), Uzuni (Skuka 87)

Italia: Meret; Scalvini, Bonucci (Pinamonti 89), Bastoni; Di Lorenzo, Tonali (Ricci 44), Verratti (Pafundi 89), Dimarco; Zaniolo (Fagioli 77), Raspadori (Chiesa 89), Grifo (Gnonto 77)

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento