Home » ATP Montreal 2022. Opportunità per molti tra i migliori al mondo

ATP Montreal 2022. Opportunità per molti tra i migliori al mondo

di Fabrizio
ATP Montreal 2022

L’azione sul cemento si scalderà in modo significativo questa settimana in Canada con eventi di livello 1000 a Toronto (WTA) e Montreal (ATP), poiché i giocatori inizieranno un tour di due settimane che inizierà al National Bank Open di Montreal e terminerà con il Western e Southern Open a Cincinnati.

Diamo un’occhiata ai punti chiave di discussione per gli uomini a Montreal. Guarda il sorteggio completo della National Bank Open Toronto qui.

Medvedev sul cemento

Fresco del suo primo titolo del 2022 (14° assoluto), vinto in modo impressionante questo fine settimana a Los Cabos in Messico (d. Cameron Norrie in finale), il russo Daniil Medvedev cercherà di intensificare i suoi preparativi per gli US Open continuando a rafforzare il suo status di uno dei migliori giocatori mondiali sul cemento, e di attuale n.1 del ranking ATP.

Medvedev, che la scorsa settimana ha segnato la sua 250esima vittoria ATP a Los Cabos, possiede un record di 202-69 sul cemento e ha vinto 13 dei suoi 14 titoli sulla sua superficie preferita. L’estate è sempre stata una stagione speciale per il 26enne russo e il cemento è sempre stato una superficie speciale per lui.

Anche il Canada è positivo per Medvedev: è il campione in carica dell’evento, avendo vinto il titolo a Toronto l’anno scorso (d. Opelka in finale). Ha vinto in totale nove delle ultime dieci partite a nord nello stato canadese (Medvedev ha perso contro Nadal nella finale del 2019 a Montreal).

Tuttavia, le cose potrebbero complicarsi presto per il numero 1 del mondo a Toronto. Al secondo turno affronterà il vincitore di Nick Kyrgios, fresco vincitore a Washington, e Sebastian BaezMedvedev dovrebbe affrontare [8] Hubert Hurkacz nei quarti di finale se i semi reggono, e [4] Casper Ruud o [6] Felix Auger-Aliassime in semifinale.

Kyrgios ha uno storico di 2-1 contro Medvedev, ma è stato il russo a vincere l’ultimo incontro della coppia mentre è arrivato alla finale dell’Australian Open di quest’anno.

Niente Rafa nè Nole

I fan di Montreal dovranno fare il tifo per i loro giocatori di nuova generazione preferiti poiché i Big 3 non ci saranno quest’anno a Montreal. Novak Djokovic si è ufficialmente ritirato la scorsa settimana, a causa del fatto che ha scelto di rimanere non vaccinato e le politiche di confine canadesi non gli permetteranno di entrare nel Paese. Nadal, in via di guarigione da Wimbledon, dove si è ritirato per un infortunio agli addominali, si è ritirato anche lui dopo aver sentito dolore nell’area durante gli allenamenti di questa settimana.

“Mi sono allenato per un po’ di tempo senza servire e ho iniziato con il servizio quattro giorni fa”, ha detto Nadal in una dichiarazione. “Tutto è andato bene. Tuttavia ieri, dopo il mio normale allenamento, ho sentito un leggero fastidio all’addome e mi trovo a ripartire da capo.

“Dopo aver parlato con il mio medico, preferiamo prendere le cose in modo conservativo e concedere qualche giorno in più prima di iniziare a gareggiare. Vorrei ringraziare Eugene, il Direttore del Torneo, e tutto il suo team per avermi compreso e supportato e questa decisione”.

Derby italiano agli ottavi?

Da notare nella metà inferiore un potenziale scontro agli ottavi tra [7] Jannik Sinner e [11] Matteo Berrettini. Entrambi i giocatori giocheranno i loro primi eventi sul cemento dal Miami Open, ed entrambi giocheranno un ruolo importante nella ricerca di contendenti che porteranno agli US Open. Berrettini, costretto al ritiro da Wimbledon a causa del Covid, è arrivato in finale sulla terra battuta a Gstaad prima di cadere a favore di Casper Ruud.

Sinner ha invece conquistato la finale di Umago, battendo in finale Carlos Alcaraz, e non ha mai affrontato Berrettini a livello ATP. Presente nel tabellone anche Fabio Fognini, vittorioso alle eliminatorie.

LEGGI ANCHE:

Quanto guadagnano Berrettini e Sinner dagli sponsor

foto: Tennis World Italia

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento