Home » Australian Open: Djokovic non è il solo ad aver ottenuto l’esenzione vaccinale

Australian Open: Djokovic non è il solo ad aver ottenuto l’esenzione vaccinale

di Redazione EFBET News
djokovic us open

La notizia dell’esenzione vaccinale ottenuta da Novak Djokovic che gli permetterà di partecipare all’imminente Australian Open, primo slam della stagione, il cui inizio è previsto per il 17 gennaio, ha scatenato dubbi e polemiche sul processo di accoglimento della richiesta da parte del numero uno al mondo del ranking ATP.

Secondo quanto stabilito dalla Federazione australiana, la documentazione richiesta per l’esenzione è stata valutata da due commissioni indipendenti composte da tre esperti che non avevano la possibilità di conoscere l’intestatario, essendo tale richiesta in forma anonima. Per ottenere l’esenzione bisognava rispettare uno dei quattro criteri specifici: problemi di salute, precedente positività, reazioni avverse alla prima dose di vaccino e problemi mentali che potrebbero rendere il vaccino un rischio.

Alla base della esenzione di Djokovic ci sarebbe dunque il rispetto di una di queste condizioni. Ma il fenomeno serbo non è l’unico ad aver fatto richiesta. Come evidenziato dal direttore dell’Australian Open Craig Tiley, infatti, sono 26 i tennisti che hanno presentato una documentazione, ma solo una “manciatahanno visto accogliere la richiesta. Inoltre, come sottolineato dallo stesso, la forma anonima dovrebbe fugare ogni dubbio su un eventuale trattamento di favore nei confronti di Djokovic, non essendo, come dicevamo, i medici valutatori a conoscenza dei titolari delle richieste. Allo stesso modo, Tiley ha invitato il tennista a comunicare i motivi dell’esenzione, non potendo gli organizzatori rilevarlo per questioni di privacy.

Nel frattempo, notizia fresca, Djokovic sarebbe stato bloccato allaeroporto di Melbourne per un problema burocratico relativo al visto d’ingresso nel paese.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento