Home » Chi è Stephen Pagliuca, il nuovo proprietario americano dell’Atalanta

Chi è Stephen Pagliuca, il nuovo proprietario americano dell’Atalanta

di Redazione EFBET News
pagliuca

La Serie A è sempre più terra di conquista degli Stati Uniti. Dopo Roma, Milan, Fiorentina, Genoa, Spezia, Bologna e Venezia, un altro americano è divenuto proprietario di un club della massima serie, vale a dire l’Atalanta che, nella persona di Antonio Percassi, ex patron che ha portato la Dea a diventare uno dei top club italiani, ha ceduto il pacchetto del 55% di azioni a Stephen Pagliuca, che ha sborsato insieme ai suoi soci una cifra intorno ai 400 milioni di euro. Il restante 45% è ancora nelle mani dell’imprenditore bergamasco che è rimasto presidente del Club.

Pagliuca è un imprenditore classe 1955 operante nel private equity ed è presidente di Bain Capital, un fondo a stelle e strisce che gestisce asset per 155 miliardi di dollari. I suoi interessi riguardano il settore finanziario, le telecomunicazioni e i media.

Come l’ormai ex presidente della Roma, James Pallotta, è grande appassionato di Basket e non a caso è co-proprietario dei Boston Celtics, squadra che milita nel campionato NBA. Lo scorso weekend è stato infatti avvistato all’All Star Games in compagnia del monumento Michael Jordan.

La sua entrata nel calcio italiano, però, non ha nulla a che vedere con il fondo Bain Capital, ma il suo è stato un investimento personale supportato da altri soci. Le sue attività riguardano anche enti benefici, in particolare per la protezione dei bambini.

Oltre allo Sport, la sua altra passione è la politica: nel 2009 infatti provò a farsi eleggere al Senato degli Stati Uniti, uscendo sconfitto nelle elezioni del Massachusetts.

Con l’arrivo di Pagliuca, salgono a 8 le società di Serie A con la proprietà nordamericana, un evidenza che potrebbe ulteriormente cambiare i rapporti di forza all’interno dell’Assemblea di Lega Serie A, che di recente ha eletto come vicepresidente proprio Antonio Percassi.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento