Home » Chiusura Calciomercato: gli acquisti e le cessioni più importanti in Italia e all’estero

Chiusura Calciomercato: gli acquisti e le cessioni più importanti in Italia e all’estero

di Redazione EFBET News
calciomercato

La sessione di calciomercato che si è chiusa ieri ci ha regalato una finestra trasferimenti che non eravamo più abituati a vedere da tanto tempo. I due giocatori che negli ultimi anni hanno monopolizzato l’attenzione del calcio mondiale hanno cambiato maglia, chi per tornare alle origini, chi per staccarsi dalla squadra nella quale è cresciuto e ha raccolto successi irripetibili. Stiamo parlando ovviamente di Cristiano Ronaldo, che dopo tre stagioni alla Juventus, è tornato nella squadra che lo ha reso grande, il Manchester United (ritroverà anche il suo compagno al Real, Varane, anche lui neo acquisto dei RedDevils), per la cifra di 14 milioni più bonus e un contratto da 25 milioni all’anno, e di Lionel Messi, la pulce argentina volata a Parigi per giocare nel PSG dopo 21 anni a Barcellona. Per Leo un contratto da 35 milioni a stagione + bonus.

Ma questo mercato non è solo CR7 e Messi. Sempre sulla sponda blaugrana, ha fatto scalpore l’addio di Antoine Griezmann al Barcellona, dove non si è mai espresso ai suoi livelli, per tornare dal Cholo Simeone all’AtleticoMadrid, mentre dalle parti di Milano, quella neroazzurra, i tifosi dell’Inter hanno dovuto salutare con strascichi polemiciRomeluLukaku, anche lui figliol prodigo verso il Chelsea Campione d’Europa. Un successo che anche quest’anno sarà tra gli obiettivi prioritari sempre del PSG che oltre a Messi ha rinforzato la rosa con Gigio Donnarumma, Hakimi e Sergio Ramos, ormai ex colonna del Real Madrid, sostituito da David Alaba proveniente dal Bayern Monaco.

In Italia la situazione sul fronte trasferimenti, ha visto maggior oculatezza e molti tagli in termini di monte ingaggi. Tra le squadre di alto vertice che si sono distinte maggiormente in modo positivo c’è sicuramente la Roma che, ingaggiato Mourinho e dopo aver perso Dzeko, ha speso ben 40 milioni di euro (l’acquisto più oneroso di questa finestra di mercato e della storia del club) per il talento inglese del Chelsea Tammy Abraham e gli innesti di Shomurodov dal Genoa (17,5 milioni), Rui Patricio (13 milioni) e Vina per sostituire l’infortunato Spinazzola. Oltre a questo, il grande merito di Tiago Pinto è stato quello di risolvere alcuni contratti molto “pesanti” in termine di bilancio come quello di Javier Pastore.

Anche la Fiorentina ha performato molto bene con l’acquisto di Nico Gonzalez dallo Stoccarda per la cifra record per il club viola di 27 milioni di euro, e di Torreira, vecchia conoscenza della Serie A con la maglia della Sampdoria, che dopo l’esperienza all’Arsenal è passato al club di Commisso con la formula del prestito a 1,5 milioni di euro, più 15 per l’eventuale riscatto. Anche la permanenza diDusanVlahovic va considerata un grande risultato, in virtù delle tante sirene italiane e straniere.

Le due milanesi hanno dovuto affrontare un calciomercato complicato, con il Milan che ha sostituito Donnarumma con Maignan del Lille campione di Francia e salutato Calhanoglu, passato ai rivali dell’Inter, consolandosi con il francese Giroud e la scommessa Messias dal Crotone. Dalle parti della Pinetina, invece, il neo tecnico Simone Inzaghi oltre al turco e all’olandese Dumfries dal PSV, ha trovato Edin Dzeko e ritrovato Correa, ceduto dalla Lazio per 31 milioni complessivi compresi bonus e riscatto. Il club capitolino affidato a Sarri ha accolto nuovamente Felipe Anderson, aggiunto qualità ed esperienza con Pedro, proveniente dalla Roma, accontentato il tecnico con il fidato Hysaj, e chiuso il mercato con il prestito last minute di Zaccagni dal Verona.

La sessione dell’Atalanta è andata un po’ in sordina. I bergamaschi, possono contare su una rosa ampia e rodata (malgrado la partenza di Romero per 50 milioni al Tottenham) che sarà integrata dagli arrivi del promettente Koopmeiners dall’AZ Alkmaar, 12 milioni, e di Musso in porta dall’Udinese,

Le grandi delusioni possono essere considerate il Napoli di Spalletti, che ha aggiunto il solo Anguissa dal Fulham, e soprattutto la Juventus. La Vecchia Signora ha venduto Cristiano Ronaldo, rimpiazzandolo con il ritorno di Moise Kean dall’Everton alla cifra di 31 milioni compresi i bonus e Manuel Locatelli, ex Sassuolo Campione d’Europa con l’Italia, passato ai bianconeri, pagato 25 milioni. Per Max Allegri si prospetta una stagione non semplice da portare avanti.

Non ci resta che aspettare cosa ci dirà il campo, anche se alcune indicazioni le abbiamo già avute dopo le due giornate già disputate.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento