Home » DAZN, addio alla doppia utenza

DAZN, addio alla doppia utenza

di Redazione EFBET News

La travagliata stagione di DAZN, sempre al centro della critica per i problemi che la piattaforma streaming sta avendo e le continue lamentele degli abbonati, fa segnare un altro capitolo che di certo non renderà felici gli utenti.

A partire dal prossimo anno, verosimilmente dopo la pausa natalizia dei campionati, non sarà più possibile utilizzare un solo abbonamento su due device diversi, cosa che invece è stata riscontrata abbondantemente in questi primi mesi di Serie A. Nella pratica, solo coloro che fattivamente sottoscrivono il contratto con DAZN potranno utilizzare la piattaforma, non potendo più “girare” le proprie credenziali di accesso ad amici o familiari, la cosiddetta “concurrency”. Unica eccezione per continuare a usufruire della doppia utenza è che l’indirizzo IP di rete con il quale ci colleghiamo deve essere lo stesso in entrambi i device, il che presuppone che i due utenti siano connessi all’interno della stessa abitazione o usufruiscano dello stesso collegamento a Internet.

Il motivo di questa decisione è frutto di un’analisi circa l’ammortamento dei costi sostenuti da DAZN per ottenere i diritti tv della Serie A che, nel caso della doppia utenza “separata”, risultano di fatto dimezzati, potendo due persone diverse vedere le partite, pagando una volta sola.

Ma non solo, la scelta servirebbe anche per frenare un fenomeno che sta avendo grande diffusione in rete, con gli abbonati che mettono a disposizione i propri abbonamenti ad altri utenti previo un congruo pagamento. Cosa che accade anche per le altre piattaforme di streaming come Netflix, Amazon Prime e Disney+.

Nei prossimi giorni DAZN invierà una comunicazione agli utenti abbonati che avranno 30 giorni per decidere se recedere o meno dal contratto.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento