Home » Diritti TV: la Premier infrange un nuovo record di ricavi

Diritti TV: la Premier infrange un nuovo record di ricavi

di Redazione EFBET News

La Premier League, da molti considerata il campionato di calcio più bello al mondo, è pronta a infrangere un nuovo record per quel che riguarda i ricavi dei diritti tv. Secondo il quotidiano inglese The Times, infatti, la massima lega calcistica inglese ha chiuso un accordo triennale per la trasmissione delle partite che porterà nelle sue casse la bellezza di 10,5 miliardi di sterline (circa 12,5 miliardi di euro) per il periodo 2022-2025. Nello specifico gli introiti dei diritti tv all’estero arriveranno a 5,3 miliardi, facendo registrare un +30% rispetto al trienni precedente, superando anche per la prima volta quelli del mercato nazionale che saranno circa 5,1 miliardi di sterline. Le motivazioni sono riconducibili al nuovo contratto firmato con la NBC per il mercato statunitense che porteranno 2 miliardi di sterline e a quello stretto per i Paesi scandinavi con l’emittente NENT alle stesse cifre, senza contare i ricavi dal Sudamerica e da Giappone e Corea.

Per quanto riguarda i club, la vincente del campionato incasserà 176 milioni di euro (209 milioni di euro) rispetto agli attuali 153 milioni, mentre all’ultima classificata andranno circa 106 milioni di sterline (126 milioni di euro).

Facendo un confronto con la situazione della Serie A, siamo su cifre imparagonabili. Il nostro campionatoriesce a raccogliere per i diritti tv nazionali circa 2 miliardi e 800 milioni complessivi per il prossimo triennio, mentre per quel che riguarda l’estero poco più di 200 milioni stagionali (circa 600 milioni di euro nel triennio). Complessivamente quindi la Serie A nelle 3 stagioni che seguiranno incasserà circa 3,4 miliardi di euro, poco più di un quarto di quanto riceve la Premier League.

A preoccupare è la percentuale degli introiti esteri sul totale, meno del 18%, a riprova di quanto il campionato italiano non sia attraente fuori dai confini nazionali.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento