Home » Il Chelsea punta forte su Mourinho per il prossimo anno dopo il flop di Graham Potter

Il Chelsea punta forte su Mourinho per il prossimo anno dopo il flop di Graham Potter

di Fabrizio
Mourinho Chelsea

Jose Mourinho continua ad essere legato al ritorno al suo ex club, il Chelsea, mentre Graham Potter ha subito un’altra sconfitta pesante nel derby di Londra contro il Tottenham. In una battaglia tra due delle ex squadre di Mourinho sono stati gli Spurs a battere i Blues, un’umiliazione che ha subito solo due volte in 14 partite.

Il tecnico portoghese si sta attualmente godendo un diverso tipo di sfida in Italia con la Roma, ma secondo quanto riferito ha chiarito le sue intenzioni di tornare allo Stamford Bridge. La situazione è paragonabile all’atmosfera in cui ha lasciato il club per la seconda volta nel 2015.

Il Chelsea è attualmente 10 ° in campionato, ma è 14 ° da quando Potter è subentrato e ora è a 10 punti dalla zona retrocessione rispetto ai 14 dei primi quattro. Con una vittoria in 11 partite e la frustrazione dei fan evidente, non sorprende vedere nuovi allenatori legati alla presa del posto di Potter.

L’ex mister del Brighton è ora sotto pressione estrema per cambiare rapidamente i risultati dopo la sesta partita consecutiva senza vittorie e la terza sconfitta consecutiva. Con il Borussia Dortmund in Champions all’orizzonte e un altro candidato alla retrocessione in visita allo Stamford Bridge la prossima settimana a Leeds, il margine di errore è minimo.

La linea è già stata superata per molti , con alcuni fan che si sono rivolti a Mourinho come scelta per il sostituto di Potter. Dati i suoi chiari legami con il club e il successo che ha avuto nel corso della sua carriera, sarebbe una storia notevole, ma c’è poco da suggerire che ci si dovrebbe aspettare.

Il club ha precedentemente dichiarato che sarebbe sempre stato il benvenuto, scrivendo nella sua dichiarazione del 2015: “Tutti al Chelsea ringraziano Jose per il suo immenso contributo da quando è tornato come allenatore nell’estate del 2013.

I suoi tre scudetti, FA Cup, Community Shield e tre League Cup vinte in due periodi lo rendono l’allenatore di maggior successo nei nostri 110 anni di storia. Ma sia Jose che il consiglio hanno concordato che i risultati non sono stati abbastanza buoni in questa stagione e ci crediamo è nell’interesse di entrambe le parti separarsi.

Roman Abramovich se n’è andato e Todd Boehly ha meno legami con Mourinho, rendendo ancora più difficile immaginare che accada. Ciò non ha impedito al 60enne di elogiare la sua ex squadra. In un’intervista a Sky Sport ha recentemente rilasciato un messaggio criptico, dicendo: “Se mi chiedi se ho qualcuno che mi piacerebbe prendere il posto del ‘mio Chelsea’ diciamo che, sì, ma ho ma chiudo la bocca .

“Il club ha raggiunto un livello tale che non importa con chi è, ma il Chelsea sarà sempre il Chelsea. Il Chelsea sarà sempre grande e la mia casa sarà sempre a 200 metri dallo stadio, quindi voglio continuare ad ascoltare il suono di felicità e successo. Sono abbastanza sicuro che sarà così “.

Le aspettative dal suo ex terreno di gioco non sono mai cambiate e nel 2021 era certo che il club avrebbe portato avanti la propria mentalità vincente, commentando il lavoro di Thomas Tuchel: “Non credo sia molto difficile allenare al Chelsea perché ero campione tre volte, Carlo Ancelotti era campione, Antonio Conte era campione”, ha detto Mourinho.

“Non può essere molto, molto difficile perché lì abbiamo vinto titoli. Il Chelsea ha sempre grandi giocatori e grandi squadre e bravi allenatori sono felici di lavorare con questi club e con giocatori che ti danno un’ottima opportunità per avere successo e vincere titoli”.

Tuttavia, questo è tutt’altro che lo stato delle cose nel club ora. Alcuni diranno che l’aura stessa di Mourinho aiuterà coloro che attualmente stanno lottando per trovare la forma, ma questo sarebbe un altro rischio per Boehly. La risposta è certamente tutt’altro che chiara.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento