Home » Il GP del Qatar 2023 è stata una delle corse più massacranti di sempre: Ocon rigetta in macchina!

Il GP del Qatar 2023 è stata una delle corse più massacranti di sempre: Ocon rigetta in macchina!

di Fabrizio
ocon rigetta in macchina qatar 2023

Nella notte scintillante di Losail, il Gran Premio del Qatar ha offerto uno spettacolo di adrenalina e resistenza per i piloti di Formula 1. Mentre le stelle dell’automobilismo si sfidavano sotto i riflettori del circuito, la temperatura e l’umidità hanno creato una sfida senza precedenti.

Con una temperatura ambiente che sfiorava i 32 gradi, nonostante la gara si svolgesse in notturna, e un tasso di umidità dell’80%, l’aria di Losail è diventata irrespirabile. Queste condizioni meteorologiche avverse hanno messo alla prova la tenacia dei piloti e hanno portato alla luce la loro umanità.

Un esempio lampante di questa battaglia contro il caldo e l’umidità è emerso con Logan Sargeant della Williams. Inizialmente, il giovane pilota ha chiesto con timidezza al box di fermarsi a causa dell’eccessiva fatica. Tuttavia, dopo qualche giro e grazie al sostegno del team radio, ha deciso di gettare la spugna. Sargeant è rientrato lentamente nel garage, richiedendo persino l’aiuto dei meccanici per uscire dall’abitacolo. Un momento umano da parte di un pilota che spesso viene idealizzato come un supereroe o un robot.

Un altro episodio impressionante è stato protagonizzato da Esteban Ocon. Il pilota ha nascosto agli ingegneri al box di aver vomitato due volte durante la gara, continuando a guidare con determinazione fino al traguardo. Nonostante la sua lotta contro il malessere, è riuscito a conquistare un settimo posto, aggiudicandosi sei preziosi punti. Ocon ha dovuto alzare spesso la visiera per cercare un po’ d’aria pulita, dimostrando la sua forza d’animo.

Anche il veterano Fernando Alonso ha fatto sentire la sua voce in radio, lamentando le altissime temperature nell’abitacolo.

“Sto bruciando qui dentro, potete gettare un po’ d’acqua nell’abitacolo nel prossimo pit-stop?” ha implorato.

Tuttavia, con temperature che sfioravano gli 80 gradi e la guida su motori da oltre mille cavalli, le richieste di conforto termico dei piloti sono rimaste insoddisfatte.

In sintesi, il Gran Premio del Qatar 2023 ha offerto una sfida epica sotto il cielo stellato di Losail. Le condizioni meteorologiche estreme hanno messo alla prova la resistenza e la determinazione dei piloti, rivelando la loro umanità dietro il volante delle velocissime monoposto.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento