Home » Italia vince con autorità contro l’Uruguay e si candida alle sfide decisive dei Mondiali di Rugby 2023

Italia vince con autorità contro l’Uruguay e si candida alle sfide decisive dei Mondiali di Rugby 2023

Gli azzurri superano una difficile sfida e mantengono viva la speranza di un risultato storico

di Fabrizio
rugby world cup 2023

Nella seconda partita della Coppa del Mondo di rugby in Francia, l’Italrugby ha compiuto una missione cruciale contro l’Uruguay, emergendo vittorioso con un punto di bonus offensivo, con un punteggio di 38-17, con cinque soddisfare un debito. Questa vittoria ha portato l’Italia in testa al girone con 10 punti, lasciando la Francia a 9 e gli All Blacks a 5. Gli azzurri ora tengono accesa la speranza di creare la storia nelle prossime, sfide decisive contro le squadre dominanti del rugby mondiale.

La partita è stata un vero e proprio braccio di ferro, divisa in due metà distinte. Nel primo tempo, l’Italia è andata in confusione, subendo l’aggressività del rugby uruguaiano e mostrando indisciplina che ha portato a due espulsioni temporanee, quella di Niccolò Cannone e Fischetti. Il buio sembrava calare su Nizza mentre l’Uruguay rispondeva alla meta iniziale di Pani con una meta di punizione e la volata di Frestas, seguita da un drop fortunato di Etcheverry. Questo ha fatto sorgere il terrore tra i giocatori italiani, che sono andati al riposo con un punteggio sfavorevole di 17-7 a favore degli uruguaiani.

Il secondo tempo ha visto un’incredibile trasformazione nell’atteggiamento dell’Italia. La squadra ha riscoperto il proprio sistema di gioco, diventando dominante nella mischia e imprevedibile nella linea arretrata. Hanno ripreso l’iniziativa, recuperando la disciplina perduta e compattandosi attorno al capitano Michele Lamaro, che ha suonato la carica con placcaggi determinati e ha iniziato la rimonta con una meta carica di speranza.

Finalmente, il rugby italiano ha preso il volo, con Paolo Garbisi che ha dimostrato una notevole concretezza e giocatori come Capuozzo e Ioane che hanno fornito scintille di genio. Lorenzo Cannone ha aperto la strada con una carica imparabile, seguito da una meta di Montana d’Australia che ha cambiato l’inerzia del match. L’Italia è passata in vantaggio con 21-17 e ha continuato a premere sull’acceleratore, mettendo l’Uruguay alle corde. Tommaso Allan ha dimostrato di essere sempre impeccabile in regia, consentendo a Lorenzo Cannone e Nacho Brex di segnare in rapida successione.

L’incubo del primo tempo è svanito in poco più di un quarto d’ora, e l’Italrugby ha ritrovato il sorriso e la fiducia nel proprio potenziale. Ora hanno 10 giorni per prepararsi alla sfida contro gli All Blacks il 29 settembre a Lione, una missione apparentemente impossibile che attende di essere scritta nella storia del rugby italiano. Successivamente, affronteranno la Francia, padrona di casa, il 6 ottobre, per chiudere la fase a gironi. Questa vittoria convincente è un passo nella giusta direzione, alimentando le speranze di una nazione che sogna di realizzare l’impossibile nel mondo del rugby.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento