Home » Kyrgios rischia due anni di carcere per violenza domestica

Kyrgios rischia due anni di carcere per violenza domestica

di Fabrizio
nick kirgios

Malgrado il suo percorso a Wimbledon, con la prima semifinale in uno slam ottenuta in carriera grazie alla vittoria sul cileno Garin, Nick Kyrgios non può dormire sonni tranquilli.

Il tennista australiano, numero 40 del ranking ATP, da sempre al centro della cronaca per i suoi comportamenti fuori dalla righe in campo, l’ultimo dei quali proprio a Wimbledon contro il greco Tsitsipas che gli è costato una multa (comminata anche all’avversario), secondo quanto riferito dal quotidiano The Canberra Times, il mese prossimo dovrà rispondere davanti ai giudici delle accuse mosse dalla sua ex fidanzata, che lo ha accusato di violenza domestica.

La ragazza, Chiara Passari, ha dichiarato che lo scorso dicembre 2021, Kyrgios l’avrebbe malmenata e trascinata, sottolineando che questo era solo l’ultimo degli episodi violenti, avendolo accusato in precedenza anche di averla lasciata da sola per le strade di New York alle 4 di notte, senza portafogli e telefono cellulare.

A dimostrazione del rapporto burrascoso tra i due, anche la pubblicazione sul profilo social instagram della Passari di alcune conversazioni in chat con toni aggressivi, definendo il tennista “orribile”.

Ora il Tribunale dovrà ascoltare Kyrgios che in caso venissero confermate le accuse rischierebbe una pena fino a due anni di carcere. Il legale dell’australiano ha fatto sapere che il suo assistito è a conoscenza della denuncia ma, vista la gravità della situazione, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito.

Nel frattempo, si sta preparando alla sfida contro Rafa Nadal prevista per il prossimo venerdì 8 luglio, con il tennista spagnolo che, a causa dei problemi addominali patiti anche durante i quarti contro lo statunitense Fritz, potrebbe non scendere in campo, spianando a Kyrgios la strada verso la finale, dove incontrerebbe il vincente della gara tra Novak Djokovic e Norrie, prevista per lo stesso giorno.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento