Home » La FIFA pensa all’esclusione della Russia ai Mondiali

La FIFA pensa all’esclusione della Russia ai Mondiali

di Redazione EFBET News

Il calcio continua con le misure sanzionatorie nei confronti della Russia, come risposta alla crisi in Ucraina. Dopo lo spostamento della finale di Champions League da San Pietroburgo a Parigi da parte della UEFA, la palla passa in mano alla FIFA che sta monitorando la situazione per eventuali mosse da porre in essere.

 La Russia sarà infatti impegnata nei playoff per la qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 contro la Polonia in semifinale e potenzialmente contro una tra Svezia e Repubblica Ceca in finale. Le federazioni di queste squadre hanno detto di non voler giocare contro la nazionale di Putin, ma il massimo organo calcistico mondiale per adesso ha avuto una posizione attendista e non definitiva.

Oltre all’obbligo di far disputare le gare, previste a Mosca, in territorio neutro, la FIFA ha deciso che la Russia non scenderà in campo con la sua normale denominazione ma con l’acronimo di RFU, vale a dire “Football on Union of Russia”, non verrà suonato l’inno nazionale prima del fischio dell’inizio e non sarà presente la classica bandiera bianca blu e rossa. Una scelta che ricalca quanto avvenuto nelle due recenti edizioni delle Olimpiadi estive di Tokyo e invernali a Pechino dopo l’esclusione del Cio per “doping di stato”.

Tale decisione, però, non soddisfa le squadre che incontreranno la nazionale di calcio russa. Quest’ultime, infatti, hanno chiesto l’esclusione sia dalla FIFA che ai prossimi mondiali del prossimo novembre. A queste si è aggiunta anche la federcalcio francese che nelle scorse ore ha ufficialmente chiesto a Infantino la non partecipazione al torneo iridato della Russia.

Nel frattempo, lo Schalke04 ha annunciato che Gazprom, colosso energetico russo, non sarà più lo sponsor della squadra tedesca e, secondo indiscrezioni, anche la UEFA sarebbe in procinto di rompere il contratto con l’azienda, da 10 anni main sponsor della Champions League.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento