Home » La MotoGp si prepara al Gran Premio di Germania

La MotoGp si prepara al Gran Premio di Germania

di Fabrizio
motogp

Dopo una settimana di stop torna protagonista la MotoGP che vedrà i piloti correre sul leggendario circuito tedesco del Sachsenring per il Gran Premio di Germania, decimo appuntamento del Mondiale 2022 della classe regina.

Voglia di rivincita per tutti gli italiani in pista che nello scorso Gran Premio di Catalogna al Montmelò hanno raccolto complessivamente solo 13 punti, di cui 10 conquistati dal sorprendente Luca Marini sulla Ducati del team VR46 di Valentino Rossi, sesto all’arrivo, e 3 ottenuti da Franco Morbidelli, decimo sulla Yamaha. Nulla invece per Enea Bastianini, caduto durante la gara, che per la seconda volta consecutiva non ha preso punti, considerando anche l’uscita al Mugello. Sorte simile per Pecco Bagnaia, coinvolto in un incidente alla prima curva a Barcellona.

Le due sessioni di prove libere del venerdì hanno però dato ottime sensazioni, soprattutto per il vice campione del Mondo che con la sua Ducati ha chiuso la giornata facendo registrare il miglior tempo combinato, migliorando anche il record da Marc Marquez, grande assente per l’infortunio al braccio e autentico dominatore del Sachsenring.

Ancora grande prestazione di Marini, secondo tempo davanti a Miller, per un podio virtuale tutto targato con i colori della Scuderia di Borgo Panigale. Male invece Bastianini, solo 13esimo.

Il campione del Mondo in carica, Fabio Quartararo, si deve accontentare della settima piazza. Il pilota francese della Yamaha che guida la classifica piloti con 147 punti, davanti allo spagnolo dell’Aprilia Aleix Espargarò, ieri di poco fuori dal podio, ed è reduce dalla vittoria in Spagna e cercherà di fare meglio rispetto alle libere, nella terza e quarta sessione di oggi, previste alle 9.50 e alle 13.30, ma soprattutto nelle qualifiche delle 14.10.

Il Gran Premio invece vedrà il suo inizio alle ore 14 di domenica 19 giugno, con i soliti nomi favoriti, vale a dire lo stesso Quartararo, Bagnaia ed Espargarò, con un occhio di riguardo alle prestazioni di Miller.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento