Home » Le regole per i giocatori nel nuovo protocollo anticovid

Le regole per i giocatori nel nuovo protocollo anticovid

di Redazione EFBET News

La Serie A continua ad essere alle prese con i casi di positività all’interno delle rose che stanno mettendo in crisi le squadre, costrette a scendere in campo con una formazione rimaneggiata.

Per mantenere il corretto svolgimento delle gare ed evitare rinvii in un calendario già molto intasato, il Governo e il Coni hanno trovato un’intesa su un nuovo protocollo dedicato agli sport di squadra, tra cui ovviamente il calcio, ma anche basket e pallavolo.

Oltre alla nuova soglia di positività per ottenere il rinvio della partita, stabilita con il 35% dei giocatori positivie l’esclusione dal conteggio dei negativi dei calciatori provenienti dalla Primavera, è stata introdotta una nuova disposizione circa la quarantena degli atleti, che cambia a seconda del loro stato vaccinale.

Nel caso in cui all’interno della squadra emerga un solo positivo, vale la quarantena soft quindi i contatti stretti, vale a dire compagni e staff tecnico, possono continuare ad allenarsi e giocare. In caso risultassero positivi più di 2 atleti, tampone per tutti e differenza di trattamento rispetto all’ultima dose effettuata.

Il calciatore che ha ricevuto l’ultima dose entro 120 giorni dovrà fare autosorveglianza mentre per quelli che l’hanno ottenuta in un periodo superiore ai 120 giorni, faranno 3 giorni di quarantena soft e possono allenarsi e giocare.

Per quanto riguarda i calciatori che hanno deciso di non vaccinarsi, varranno le regole vigenti in tema lavorativo, vale a dire che potranno allenarsi e scendere in campo se provvisti di Green Pass base, quindi ottenuto attraverso negatività al tampone antigenico o molecolare, potendo entrare anche in palestra e negli spogliatoi. Al riguardo, però, restano in piedi le altre norme relative al Super Green Pass, ossia che questi calciatori non potranno entrare in hotel, mangiare al ristorante e spostarsi con il treno e l’aereo, ma utilizzare mezzi propri.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento