Home » Le rimonte in Champions League

Le rimonte in Champions League

di Redazione EFBET News
champions

Con la sfida di questa sera alle ore 21 tra Villarreal e Liverpool presso lo Estadio de la Ceramica prendono il via le semifinali di ritorno della Champions League, che vedranno il loro epilogo domani sempre in Spagna, con il match tra Real Madrid e Manchester City al Santiago Bernabeu.

Entrambe le partite di andata hanno visto vincere i padroni di casa inglesi, con la partita dell’EtihadStadiumil cui risultato è ancora tutto in bilico stante il 4 a 3 definitivo. Discorso diverso per i Reds che ad Anfield con il 2 a 0 hanno messo una seria ipoteca per il passaggio alla finale.

La storia della Champions, però, ci ha regalato negli anni alcune rimonte rimaste nella storia di questa competizione che possono lasciare intravedere anche in questa edizione il ribaltamento del risultato parziale dell’andata.

La squadra che è riuscita a qualificarsi con maggiore frequenza al turno successivo malgrado un punteggio negativo all’andata è il Barcellona, 5 volte, di cui la più eclatante è ovviamente quella del 6 a 1 inflitto al Paris Saint Germain nell’edizione 2016/17, recuperando quattro reti di svantaggio, un record ancora imbattuto.

Appaiata ai blaugrana troviamo la Juventus, che nei 5 precedenti ha fatto piangere ben 4 volte le spagnole, specie il Real Madrid, eliminati per tre volte. Proprio i Blancos, freschi vincitori della Liga Spagnola, sono fermi a 4 insieme al Chelsea. I madrileni hanno anche il primato di aver rimontato il maggior numero di volte nei quarti di finale, 3 complessive.

A quota tre il terzetto composto da Manchester United, Monaco e Bayern Monaco, mentre a 2 troviamo insieme all’Ajax, Atletico Madrid e Liverpool, un’altra italiana, vale a dire la Roma, specie con l’incredibile 3 a 0 contro il Barcellona dopo il 4 a 1 dell’andata. Sempre i catalani hanno subito la rimonta proprio da parte degli uomini di Klopp che inflissero un 4 a 0 in casa, andando a vanificare il 3 a 0 dell’andata da parte di Messi e compagni.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento