Home » Le ultime di mercato in casa Roma

Le ultime di mercato in casa Roma

di Redazione EFBET News

Mentre a Trigoria si godono l’esplosione del baby fenomeno classe 2003 Felix Afena-Gyan, autore della doppietta che ha permesso allo Roma di battere il Genoa per 2 a 0 a Marassi, il direttore sportivo Tiago Pinto è impegnato nel risolvere i problemi di rosa, più volte segnalati anche dallo stesso tecnico Josè Mourinho.

Nella sessione di calciomercato invernale, infatti, la Roma dovrà necessariamente aggiungere qualche giocatore adatto agli schemi di gioco dello Special One e, soprattutto, cercare di piazzare alcuni calciatori considerati fuori dal progetto, come Diawara, Villar e Borja Mayoral che, malgrado le buone prestazione dello scorso anno, non è riuscito a impressionare l’allenatore ed è ormai ai margini della squadra, viste anche le performance di Afena.

I nomi caldi in entrata riguardano sicuramente il centrocampo, che ad oggi può contare di fatto solo su Veretout e Cristante. La Roma, ancora con il mirino puntato su Denis Zakaria, svizzero del Borussia M’gladbach, attenzionato anche dalla Juventus, starebbe sondando il terreno per il messicano dell’Atletico Madrid Hector Herrera, vecchio pallino giallorosso e in scadenza di contratto con gli spagnoli. Sempre in mediana, si è fatto vivo anche l’interessamento per Leandro Paredes del Paris Saint Germain, ex romanista ancora rimpianto da molti tifosi della Roma. Anche lo juventino Ramsey è stato offerto, con la formula del prestito, alla dirigenza romanista.

Per quanto riguarda il comparto difensivo, invece, oltre a cercare la rescissione consensuale di contratto con Santon e Fazio, Pinto potrebbe approfittare dell’addio di Umtiti dal Barcellona, per portare nella Capitale un campione del mondo in carica, visti anche i continui acciacchi di Smalling. Per la fascia destra, è ancora in auge il nome dell’ex Milan, oggi al Manchester United, DiogoDalot, che potrebbe essere usato anche come attaccante esterno o centrocampista con la difesa a tre. A complicare i piani, l’esonero di Solskjaer.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento