Home » L’Inter e il bilancio in rosso da record

L’Inter e il bilancio in rosso da record

di Redazione EFBET News

Dopo aver registrato il pesante rosso in bilancio della Juventus, in Serie A un’altra big ha dovuto fare i conti con perdite ingenti per quanto riguarda la stagione scorsa. Stiamo parlando dell’Inter che, già alle prese con i problemi legati alla proprietà di Suning, ha approvato ieri il bilancio consolidato 2020/21, evidenziando una perdita d’esercizio pari 245,6 milioni di euro, il record della storia della Serie A, peggiore anche di quello della Vecchia Signora pari a 210 milioni di euro. Il bilancio ora attende l’approvazione dell’Assemblea dei soci, prevista entro la fine di ottobre.

Per il club milanese non è bastata la conquista dello Scudetto e l’accesso diretto alla Champions League per coprire i mancati ricavi dovuti alla pandemia conseguenti all’azzeramento delle entrate provenienti dalla vendita di biglietti e il ridimensionamento delle sponsorizzazioni.

La dirigenza dell’Inter ha provato a limitare i danni con la vendita di alcuni dei suoi pezzi pregiati come Lukaku e Hakimi e la partenza del tecnico Antonio Conte con il suo ingaggio pesante. Inoltre, l’inizio della nuova stagione ha fatto segnare la sottoscrizione di nuove sponsorizzazioni e l’abbattimento del monte ingaggi, così da aumentare le entrate e contenere gli alti costi di gestione.

Come dicevamo, i neroazzurri non stanno passando un momento semplice a livello societario, con Zhang che sarebbe pronto a vendere o a un fondo arabo o a qualche cordata americana. Secondo le notizie della scorsa settimana, il closing dovrebbe avvenire entro dicembre ma siamo ancora nel campo delle ipotesi.

Quello che è certo è che le due grandi del campionato, Inter e Juventus, stanno entrambe rivedendo le loro strategie e la gestione della squadra per evitare che questi rossi in bilancio diventino un’abitudine alla quale, prima o poi, non saranno più in grado di far fronte. Se aggiungiamo anche il Milan, con circa 95 milioni di rosso, le tre compagini del nord raggiungono l’incredibile cifra di oltre mezzo miliardo di debiti.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento