Home » Matt Smith: da promessa della Premier a stella del cinema in ” House of the Dragon “

Matt Smith: da promessa della Premier a stella del cinema in ” House of the Dragon “

L'attore Matt Smith aveva firmato un contratto con il Leicester City, ma una rara malattia lo ha costretto a ritirarsi prematuramente dal calcio

di Redazione EFBET News
matt smith

Matt Smith , l’attore britannico di 39 anni, è diventato molto popolare in tutto il mondo per il suo ruolo carismatico di Daemon Targaryen nella serie ‘House of the Dragon’ , in cui recita al fianco di Milly Alcock (Rhaenyra Targaryen) nel prequel del fortunato e già leggendario ‘Game of Thrones’ .

Ma prima di diventare un attore famoso, grazie alle sue interpretazioni del principe Filippo di Edimburgo in “The Crown” o del Dottore in “Doctor Who”, Matt Smith era un calciatore promettente che ha persino firmato un contratto con il Leicester City.

Matt Smith si è formato nelle giovanili di Northampton Town , Nottingham Forest e Leicester City , fino a quando all’età di 16 anni una rara malattia cronica alla schiena lo ha costretto ad appendere le scarpe al chiodo e a ritirarsi dal calcio.

“E’ stato un momento difficile perché ero insoddisfatto, a dire il vero, sentivo di essere così sicuro che questo (essere un calciatore professionista) fosse quello che avrei fatto… Non potevo dire alla gente cosa era successo. Il mio ego mi diceva: “Io sono quello, sono un calciatore. A scuola ero il calciatore di tutti e poi improvvisamente niente”, ha spiegato Matt Smith a Kirsty Young su ‘Radio 4’s Desert Island Discs’ .

La malattia rara che ha rimosso Matt Smith dal calcio è stata la spondilosi cervicale, che causa la degenerazione della colonna e riduce notevolmente le prestazioni per uno sport come il calcio.

La spondilosi cervicale risulta essere “il termine generale usato per riferirsi all’usura naturale legata all’età che colpisce i dischi intervertebrali nel collo. Quando i dischi si disidratano e si restringono, segni di osteoartrite, comprese le sporgenze ossee lungo il bordi delle ossa (speroni ossei).”

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento