Home » Mattia Almaviva: dalla fascia di Totti al titolo di Campione d’Italia

Mattia Almaviva: dalla fascia di Totti al titolo di Campione d’Italia

di Fabrizio
almaviva

Il 28 maggio del 2017 è una data che il popolo di fede romanista avrà sempre impressa nel cuore. In quel giorno l’eterno capitano giallorosso Francesco Totti diceva addio alla Roma dopo una vita trascorsa con la maglia della sua squadra del cuore. Una giornata ricca di emozioni nella quale spiccò il momento in cui Totti affidò la fascia al braccio di un giovane classe 2006, all’epoca capitano della categoria d’appartenenza, che rispondeva al nome di Mattia Almaviva.

Oggi, a distanza di 5 anni, quel bambino di 11 anni che guardava estasiato il suo idolo è diventato protagonista col 10 sulle spalle della vittoria dello Scudetto della Roma Under 16 che in finale ha sconfitto il Milan ai tempi supplementari grazie alle rete di Nardozi dopo lo 0 a 0 nei 90 minuti regolamentari. Migliore in campo proprio Mattia Almaviva, che da capitano ha trascinato la squadra verso una vittoria che qualche mese fa sembrava impossibile, come sottolineato dal mister Gianluca Falsini.

Un predestinato che Francesco Totti ha voluto inserire nella sua scuderia di calciatori che segue con la sua società di scouting e procura CT10 Management – IT Scouting, cogliendo nel giovane le caratteristiche di un campione che da classico numero 10 nel tempo si è trasformato in un giocatore capace di ricoprire tutte le posizioni del reparto offensivo, proprio come la Leggenda romanista.

Oggi Mattia oltre ad essere cresciuto fisicamente è maturato sotto tutti i punti di vista e non è detto che dalla prossima stagione non possa fare qualche comparsa tra i convocati di Josè Mourinho, ricalcando nuovamente le orme di Francesco Totti che alla sua età faceva il suo esordio in prima squadra sotto l’attenta direzione di Vuja Boskov che aveva già capito tutto il suo infinito potenziale.

Curiosità: quando l’ormai ex capitano della Roma gli affidò la fascia, Almaviva sussurrò un frase che evidenzia bene le sue intenzioni, presenti e future: “Vorrei fare come te, restare tutta la vita alla Roma”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento