Home » Max Verstappen è campione del mondo di F1 2022

Max Verstappen è campione del mondo di F1 2022

di Fabrizio
honda verstappen

Il pilota della Red Bull ha vinto il Gran Premio del Giappone di F1 a Suzuka per concludere finalmente il titolo di F1 2022 con quattro gare d’anticipo.

Abbiamo tracciato alcuni dei momenti chiave del percorso di Verstappen per diventare un due volte campione del mondo. Tra la superiorità di Verstappen in F1 quest’anno, è facile dimenticare l’inizio disastroso della sua difesa del titolo.

L’olandese è stato costretto al ritiro due volte nei primi tre round quando la Red Bull ha combattuto i primi problemi di affidabilità, lasciando Verstappen a 46 punti dal leader del campionato Charles Leclerc dopo il Gran Premio d’Australia di aprile. 

Verstappen ha detto che “non voleva pensare alla lotta per il campionato” dopo che il suo secondo ritiro in tre gare a Melbourne lo ha lasciato di fronte a una montagna da scalare.  Ma la risposta di Verstappen è stata fenomenale, vincendo le tre gare successive. 

Sfruttando i fallimenti della Ferrari

Gran parte delle basi del trionfo del titolo di Verstappen sono state poste sui fallimenti del principale rivale autodistruttivo della Red Bull, la Ferrari

Verstappen ha battuto Leclerc ottenendo importanti vittorie a Imola e Miami quando iniziavano a emergere le prime crepe della stagione della Ferrari, con un errore di Leclerc che gli è costato un podio.

Leclerc era sulla buona strada per estendere il suo vantaggio in campionato su Verstappen a una chiara vittoria in gara a Barcellona prima che il suo motore lo mollasse.

Verstappen sarebbe passato dal prendere il comando del titolo in Spagna al prendere il pieno controllo del campionato del mondo a Baku quando Leclerc si ritirò di nuovo, lasciandolo dietro  Verstappen di 34 punti.

Se non lo fosse già stato, la stagione della Ferrari è andata davvero in pezzi quando Leclerc ha regalato a Verstappen la vittoria e un enorme vantaggio in campionato cadendo dal comando del Gran Premio di Francia.

L’errore critico di Leclerc ha consegnato a Verstappen un vantaggio di 63 punti a 10 gare dalla fine, e da lì non ha mai recuperato l’idea di poter agganciare il rivale.

LEGGI ANCHE:

Leclerc non sta al gioco delle scuse e smaschera Binotto

Consistenza implacabile

Un marchio di fabbrica della stagione 2022 di Verstappen è stato il suo notevole livello di costanza per tutto l’anno, avendo apparentemente fatto un altro passo dalla sua già impressionante vittoria lo scorso anno.

Le 12 vittorie di Verstappen in 18 gare sottolineano il suo dominio, nonostante la Ferrari sembri avere l’auto più veloce, in particolare su un giro, in diverse gare.

In tre diverse occasioni Verstappen è stato in grado di mettere insieme una serie di due vittorie consecutive, inclusa una serie di cinque vittorie consecutive tra Francia e Italia, la migliore in carriera.

A parte i suoi due ritiri, l’olandese è salito sul podio in tutte le gare tranne due e non è arrivato al di sotto del settimo posto.

Sfruttare al meglio i giorni “brutti”.

Legata alla costanza di Verstappen è stata la sua capacità di estrarre il massimo risultato dal suo weekend nelle rare occasioni in cui le cose non sono andate per il verso giusto.

Era secondo dietro a Leclerc quando la Ferrari aveva un’auto chiaramente più veloce in Austria, mentre la strategia della Red Bull ha permesso a Verstappen di scavalcare il suo rivale per il titolo e recuperare fino al terzo posto in un caotico Gran Premio di Monaco colpito dalla pioggia. 

Alcuni detriti all’inizio del Gran Premio di Gran Bretagna hanno pesantemente compromesso le prestazioni di Verstappen. Sebbene sia uscito dalla contesa per la vittoria e abbia lottato per il ritmo nei restanti 37 giri, è stato in grado di recuperare punti importanti al settimo posto.

L’unico altro traguardo senza podio di Verstappen – un altro settimo posto a Singapore – è stato dovuto a una combinazione di un errore di carburante della Red Bull nelle qualifiche che lo ha lasciato fuori posizione all’ottavo posto e un raro errore del pilota in gara. 

Nonostante sia sceso al 14° e ultimo posto dopo essere stato costretto a fare una visita non programmata ai box a seguito di un fallito tentativo di superare Lando Norris della McLaren , Verstappen è stato comunque in grado di rientrare nella top 10. 

Vincere da quasi ovunque

Una delle statistiche più notevoli sulla stagione di Verstappen è che ha ottenuto così tante vittorie nonostante sia partito dalla pole position solo cinque volte. Al contrario, Leclerc è stato il più veloce in qualifica in nove occasioni.

Alcune delle migliori vittorie di Verstappen sono arrivate da quando ha iniziato più indietro in griglia. Il 25enne ha trasformato la vittoria in un’inevitabilità e un’aspettativa, indipendentemente dalla sua posizione in griglia. 

In Ungheria, Verstappen è partito decimo e ha vinto. In Belgio era 14° in griglia e vinse. Al Gran Premio d’Italia a Monza parte settimo e vince. 

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento