Home » Mondiali di Nuoto 2022: il grande exploit dell’Italia

Mondiali di Nuoto 2022: il grande exploit dell’Italia

di Fabrizio
mondiali nuoto 2022 italia

La Duna Arena di Budapest è ormai da tre giorni la cornice dei Mondiali di Nuoto 2022 che nella Capitale ungherese vedrà il susseguirsi di gare che si protrarranno fino al prossimo 3 luglio, con le partite della pallanuoto che si disputeranno in altre città. La manifestazione iridata ci sta raccontando una partenza col botto della spedizione italiana che, malgrado l’addio della leggenda Federica Pellegrini, sta mettendo in mostra i suoi nuovi talenti che stanno ottenendo grandissimi risultati.

Ad oggi, infatti, il medagliere dei Mondiali vede l’Italia in seconda posizione con 4 ori e 2 bronzi, dietro solo agli Stati Uniti che hanno raccolto complessivamente 7 ori, 3 argenti e 8 bronzi.

Le medaglie del metallo più preziose sono finite al collo dei nostri atleti grazie alle prove eccellenti del duo misto tecnico Minisini-Ruggiero nel nuoto artistico, con il primo che ha bissato il successo di cinque anni fa in coppia con la Flamini. Dopo loro, sono saliti sul gradino più alto del podio Nicolò Martinenghi nei 100 metri rana, primo italiano a vincere una gara del genere in vasca lunga, che si è ripetuto dopo il bronzo ottenuto alle scorse Olimpiadi estive di Tokyo, e nella stessa disciplina femminile Benedetta Pilato, 17enne destinata a fare la storia del nuoto azzurro. Infine Thomas Ceccon che ha vinto la gara dei 100 metri dorso, facendo registrare anche il record mondiale.

I due bronzi del medagliere invece sono arrivati grazie al terzo posto della staffetta 4×100 di stile libero, composta dal quartetto Miressi, Ceccon, Zazzeri e Frigo, e all’affermazione de team azzurro femminile di nuoto sincronizzato, decima medaglia mondiale della storia italiana di questa categoria, dietro ad Ucraina e Giappone.

Oggi in calendario le finali degli 800 metri con Paltrinieri e Detti, e Martinenghi impegnato nei 50 rana. Possibilità anche per la staffetta mista, in vasca per le batterie con l’eventuale finale prevista in serata.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento