Home » Parte la sperimentazione per il fuorigioco semi-automatico

Parte la sperimentazione per il fuorigioco semi-automatico

di Redazione EFBET News
fuorigioco

Mentre continuano a destare polemiche e stupore alcune decisioni della VAR in tema di fuorigioco, a causa delle posizioni irregolari sempre più millimetriche, come accaduto di recente durante Roma-Torino in occasione del rigore inizialmente assegnato ai giallorossi, in Qatar, in occasione dell’inizio dell’ArabCup di domani, la FIFA parte con la sperimentazione del fuorigioco semi-automatico. Come ha riferito il capo degli arbitri FIFA, il nostro Pierluigi Collina, con il fuorigioco semi-automatico, coloro che sono deputati al controllo Var delle posizioni di offside, potranno contare su una tecnologia in grado di dare risultati in tempo reale sulle presenza o meno di giocatori oltre la linea, ma anche il momento esatto in cui è partito il lancio e i movimenti di tutti i giocatori interessati nell’azione da controllare.

Per fare in modo che ogni decisione venga presa nel minor tempo possibile, verranno istallate delle telecamere su tetto di ogni stadio che invierà i dati di tracciamento immediatamente così da facilitare e velocizzare l’analisi e l’eventuale convalida o annullamento di un goal o di un rigore in caso di posizione irregolare.

La decisione è stata presa dopo che l’IFAB aveva dato l’ok per la sperimentazione che, se darà i frutti sperati, potrà essere utilizzata già nei prossimi mondiali previsti sempre in Qatar a partire dal novembre 2022.

Nel frattempo, però, continuano le polemiche sui recenti fuorigioco: una questione che aveva spinto all’ipotesi di allargare le linee virtuali della griglia nella Var Room, come accaduto in Premier League o di riproporre la vecchia formula della “luce” secondo la quale ci deve essere spazio tra un corpo e l’altro per fischiare l’offside.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento