Home » Pioli: ‘Il Milan ha lavorato bene per battere il Verona’

Pioli: ‘Il Milan ha lavorato bene per battere il Verona’

di Fabrizio
milan

L’allenatore del Milan Stefano Pioli crede che i suoi giocatori “abbiano lavorato bene nelle avversità” per superare una squadra tosta come quella dell’Hellas Verona. I rossoneri passano in vantaggio grazie all’autogol di Miguel Veloso, ma devono reagire in ritardo per vincere la partita 2-1 con Sandro Tonali che segna l’ultimo gol. Parlando con DAZN dopo la partita, Pioli ha spiegato l’importanza della vittoria:

Mi piace quello che dicono i miei giocatori, dobbiamo pensare in questo modo. Dobbiamo vincere tante partite se vogliamo pensare a vincere ancora lo scudetto. Ancora una volta nelle difficoltà la squadra ha saputo lavorare bene, abbiamo delle individualità che ci permettono di trovare la giocata vincente come quella di Rebic per Sandro.

Ci aspettavamo che il movimento di Theo all’interno creasse problemi alla fascia del Verona, poiché quando hai un giocatore come Leao  gli uno contro uno sono favorevoli. Ogni volta che Leao portava la palla sulla linea, li metteva nei guai. Theo non era così coinvolto perché Faraoni lo seguiva bene. Abbiamo sofferto nelle transizioni perché abbiamo portato avanti tanti uomini, questo è vero.

In questa partita le motivazioni sono state tante e soprattutto quella di trovare la terza vittoria consecutiva in campionato dove non eravamo ancora riusciti, oltre alla voglia di continuare a fare bene anche fuori casa. Adesso avremo una settimana intera per recuperare energie e lavorare bene, avremo tempo per preparare sette partite in venti giorni”.

I nuovi arrivati? Non è stata certo una partita facile per Adli. Hanno marcato a uomo quasi ovunque sul campo. È stato il primo dall’inizio, alcune difficoltà sono normali da aspettarsi. Thiaw, Vranckx e Dest sono arrivati ​​meno di due mesi fa, sono ragazzi giovani che provengono da campionati diversi. Hanno un grande potenziale e una grande voglia di lavorare. Sono sicuro che saranno pronti presto.

Origi finalmente sta bene, si è liberato del brutto infortunio che lo bloccava: non si sentiva libero e sciolto. Alla fine ha fatto un tiro di sinistro, per lui è un segnale importante. Abbiamo due attaccanti tra cui possiamo passare. Rebic si è finalmente ripreso completamente, ora dovrò dare minuti anche a Messias. Spero di recuperare Mike, Kjaer, Charles questa settimana, perché giocando così spesso le energie mentali sono difficili da recuperare e quindi ho bisogno di tanti giocatori”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento