Home » Quanto costa l’eliminazione dell’Italia ai Mondiali

Quanto costa l’eliminazione dell’Italia ai Mondiali

di Redazione EFBET News
italia

Quello che nessuno si aspettava e invece accaduto a pochi minuti dal termine dei tempi regolamentari. L’Italia è fuori dai Mondiali di Qatar 2022, vittima della rete allo scadere di AleksandarTrajkovski, vecchia conoscenza del calcio italiano per la sua esperienza con la maglia del Palermo, che regala la finale dei playoff alla Macedonia del Nord, che se la vedrà contro il Portogallo, uscito vincitore per 3 a 1 contro la Turchia.

Per la seconda edizione consecutiva, quindi, gli azzurri non parteciperanno alla Coppa del Mondo, dopo la debacle di quattro anni fa, quando ad eliminarci fu la Svezia.

Un dramma sportivo al quale si aggiunge anche quello economico. L’esclusione da Qatar 2022, infatti, impatterà sulle casse della FIGC, sia per quel che riguarda i premi previsti per le partecipanti, sia alla voce sponsorizzazioni e diritti tv.

L’accesso ai Mondiali comportava ricavi pari a 2,5 milioni di euro, mentre la partecipazione alla fase ai gironi ben 8 milioni. A questo andrebbero aggiunti i potenziali 12 milioni in caso di qualificazione agli ottavi di finale e gli eventuali altri premi economici nelle fasi successive, così ripartiti:

  • 16 milioni per i quarti di finale
  • 22 milioni per il quarto posto
  • 26 milioni per il terzo posto
  • 32 milioni in caso di finale e 45 milioni in caso di vittoria

Tornando alla realtà, l’eventuale vittoria contro la Macedonia del Nord e contro il Portogallo, avrebbe portato 9,5 milioni di euro al calcio italiano.

A questo si aggiunge la perdita sotto forma di penale di circa 5 milioni di euro per i contratti di sponsorizzazione, e tutta una serie di mancati ricavi, non stimabili, relativi al merchandising e all’indotto per tutti quegli esercizi commerciali che avranno sicuramente un mancato guadagno durante lo svolgimento del Mondiale. Preoccupa anche la situazione della RAI, che aveva sborsato la bellezza di circa 150 milioni di euro per i diritti tv che si troverà a raccogliere ricavi pubblicitari molto limitati, essendo il pubblico italiano meno interessato alla manifestazione in assenza dell’Italia. Non è escluso che adesso possa venderli ad altri operatori, come Amazon o Mediaset.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento