Home » Real Madrid-Manchester City: le statistiche in casa e fuori

Real Madrid-Manchester City: le statistiche in casa e fuori

di Redazione EFBET News
champions

Questa sera alle ore 21 presso il Santiago Bernabeu di Madrid andrà in scena la seconda e ultima partita delle semifinali di ritorno di Champions League, tra il Real Madrid e il Manchester City.

Dopo la mancata rimonta di ieri del Villarreal che aveva pareggiato i conti dell’andata al termine della prima frazione di gioco, salvo poi arrendersi al ritorno prorompente del Liverpool per il definitivo 3 a 2 a favore dei Reds e passaggio alla finale, oggi tocca all’altra spagnola cercare di rimontare il risultato dell’andata che vede gli uomini di Guardiola avanti di una rete in virtù del 4 a 3 dell’EtihadStadium.

Guardando il cammino dei Blancos in questa edizione di Champions League, vediamo che tra le mura amiche i neo campioni di Spagna hanno perso due volte, la prima nella fase ai gironi contro la Cenerentola moldava Sheriff Tiraspol, tornata agli onori della cronaca di recente per la partenza verso il fronte ucraino del loro allenatore, la seconda invece nei quarti di finale di ritorno contro il Chelsea, sfida terminata 3 a 2 per i campioni d’Europa in carica, che però non ha avuto ripercussioni sulla qualificazione, grazie alla rete nei supplementari del solito Karim Benzema. Le restanti occasioni hanno visto gli iberici vincere sempre, contro l’Inter e lo Shakhtar nel girone, e con il Paris Saint Germain negli ottavi di ritorno.

Per quanto riguarda il Manchester City, il suo cammino in trasferta ci racconta che lontani da casa De Bruyne e compagni hanno perso due delle tre gare dei gironi, rispettivamente contro Paris Saint Germain e Lipsia. Nella fase a eliminazione diretta, invece, tolto il 5 a 0 inflitto allo Sporting Lisbona, i Citizens non sono andati oltre lo zero a zero in casa dell’Atletico Madrid, comunque sufficiente per qualificarsi alle semifinali.

Come abbiamo constatato nella partita d’andata, anche quella di questa sera è una partita che non consente un pronostico chiaro, anche se gli inglesi sono ritenuti favoriti per la vittoria.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento