Home » Roland Garros: oggi in campo Sinner contro Rublev

Roland Garros: oggi in campo Sinner contro Rublev

di Redazione EFBET News
roland garros

Il Roland Garros entra nel vivo con l’ultima settimana di partite che decreterà il vincitore del secondo Slam stagionale dopo l’Australian Open di inizio anno. Sulla terra rossa di Parigi siamo giunti ai match degli ottavi di finale con due accoppiamenti dei quarti che sono già stati definiti.

Da una parte Novak Djokovic, campione in carica, ha avuto accesso a questa fase dopo aver sconfitto con il punteggio di tre set a zero l’argentino Schwartzmann. Il serbo numero uno al mondo in questo torneo per adesso non ha lasciato neanche un set agli avversari e ai quarti dovrà vedersela con RafaNadal, vincitore contro il canadese Auger-Aliassime per 3 set a 2.

Chi vincerà tra questa sfida tra le due leggende del tennis, incontrerà in semifinale il vincente nel match tra Alexander Zverev e Carlos Alcaraz.

Oggi si stanno disputando invece le ultime partite degli ottavi di finale. Da una parte il norvegese Casper Ruud incontrerà il polacco Hurkazc e chi avrà la meglio andrà in semifinale contro uno tra il danese Rune e il greco Tsitsipas. Gli ultimi due quarti invece vedranno impegnati il croato Cilic contro il numero due al mondo, il russo DaniilMedvedev, e il nostro JannikSinner contro l’altro russo Rublev, numero 7 del ranking ATP.

Il tennista altoatesino arriva a questo appuntamento dopo aver eliminato Fratangelo, CarballesBaena e McDonald, rimanendo l’unico azzurro ancora in gara dopo la sconfitta patita da Lorenzo Sonego nei sedicesimi di finale da parte di Ruud in una partita entusiasmante conclusasi al quinto set con il punteggio di 3 a 2 a favore dell’avversario. Nella partita contro Rublev, Sinner parte leggermente sfavorito, anche se nei tre precedenti ha sempre vinto, fatta eccezione per il ritiro senza giocare nell’ATP di Vienna del 2020. In caso di vittoria giocherebbe i quarti di finale contro uno tra Cilic e Medvedev.

La finale del Roland Garros è prevista domenica 5 giugno alle ore 15.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento