Home » Seconda giornata di Serie A: Napoli e Inter mettono la testa avanti

Seconda giornata di Serie A: Napoli e Inter mettono la testa avanti

di Redazione EFBET News
calendario serie a

Il binomio Lautaro-Lukaku torna a funzionare nella vittoria dell’Inter

L’Inter ha ritrovato le sensazioni positive che gli erano mancate la scorsa giornata e ha suggellato la prima vittoria in casa contro lo Spezia (3-0) in quella che è stata una festa del gol in cui quello che è stato più celebrato è stato il ritorno del duo formato dall’argentino Lautaro Martínez e il belga Romelu Lukaku , che hanno aperto le marcature con il loro collegamento.

L’Inter ha comandato il gioco per tutta la partita. I primi 45 minuti sono stati un monologo con il pallone per un’Inter che però non è riuscita a trasformare quel predominio del pallone in nette occasioni da rete.

Bloccato a tratti, privo di idee nella zona dei trequarti, l’unica soluzione è stata, ancora una volta, cercare Lukaku, continuo pericolo, così da affondare la difesa avversaria.

Primo gol per il recuperato attaccante dell’Inter,  con la coppia Lukaku-Lautaro che torna a San Siro con un gran gol. Stava Il nazionale argentino è andato subito a festeggiare il gol con il suo compagno, in quella che si preannuncia una partnership che produrrà molti più gol per tutta la stagione.

Il gol ha incoraggiato l’Inter e ha iniziato, in quegli ultimi dieci minuti del primo atto, a circolare con maggiore velocità, precisione e senso, trovando più spazi che generavano evidenti occasioni per aumentare il vantaggio. Come il colpo di testa di Lukaku che è finito sulla traversa poco prima di affrontare il tunnel degli spogliatoi.

Il secondo tempo è iniziato con il primo . Nessuna notizia dallo Spezia e con un’Inter molto più fine, determinata e vincente di quella di inizio partita.

Al 51′ il turco Calhanoglu ha preso un pallone morto al limite dell’area, respinto male dalla difesa ospite, e con l’interno del destro ha piazzato il pallone basso direttamente in fondo alla rete. L’Inter non si ferma e tiene d’assedio uno Spezia che poco può fare per provare a rimettersi in gioco con un gol.

Dimarco e Dumfries, attraverso le corsie, come hanno fatto la scorsa giornata contro il Lecce, sono andati molto in profondità, arrivando a fondo campo e crossando in area, mentre Barella e Brozovic li cercavano costantemente da centrocampo per muovere la difesa dello Spezia in modo da creare spazi a Lautaro e Lukaku.

L’argentino Joaquín Correa ha chiuso definitivamente la vittoria, entrato al posto del connazionale Lautaro, grazie a uno scambio con il bosniaco Edin Dzeko, che gli ha regalato un passaggio nell’area piccola.

L’arbitro ha fischiato tre volte segnando la fine della partita e poi San Siro ha festeggiato in casa la prima vittoria della stagione, a conferma che è tornata la coppia Lu-La, quello che due stagioni fa ha portato a casa lo scudetto’.

Napoli presenta la candidatura allo scudetto con Kvaratskelia

Il georgiano Khvicha Kvaratskhelia ha portato il Napoli alla vittoria contro il Monza , neopromosso, con una doppietta e una prestazione brillante in quello che è stato il suo esordio allo stadio Diego Armando Maradona, davanti ai suoi nuovi tifosi, nella seconda giornata di Serie A.

Seconda giornata e seconda vittoria per un Napoli che convince . Nella prima partita della stagione al Diego Armando Maradona, i partenopei hanno proseguito sulla buona strada iniziata la scorsa giornata contro l’Hellas Verona e hanno risolto i problemi difensivi della prima partita.

I ragazzi di Spalletti hanno dominato un Monza che, pur essendo una squadra neopromossa, è un progetto ben avviato . Ed è che sotto mandato del magnate italiano Silvio Berlusconi, il Monza ha fatto più di dieci acquisti, qualcosa di insolito per le squadre appena arrivate dalla Serie B.

Tuttavia, i locali hanno subito imposto il loro ritmo. Lobotka è stato ancora una volta superbo a centrocampo insieme ad Anguissa, e Kim e Rrahmani sono stati decisivi in difesa. Ma il ruolo di protagonista del pomeriggio a Napoli è stato preso dal nuovo arrivato Kvaratskelia, che si è presentato ai suoi nuovi ‘tifosi’ con un gran gol da fuori area al 34′, ricordando curiosamente quanto segnato ai suoi tempi da Lorenzo Insigne, l’ex capitano andato svernare in Canada.

Il giovane talento georgiano, protagonista per tutta la partita, ha sbloccato un match che gli azzurri hanno messo in pista poco prima di dirigersi verso il tunnel degli spogliatoi con la rete di Osihmen . L’attaccante nigeriano ha affermato il suo passo potente e la sua verticalità, sfruttando gli ampi spazi per definire il 2-0.

Appena iniziata la ripresa, Spalletti ha iniziato a muovere la panchina con le sue nuove figure . Raspadori, Ndombele e ‘Cholito’ Simeone hanno iniziato a scaldarsi ricevendo gli applausi dei tifosi, più che emozionati dopo il positivo inizio di campionato.

Il difensore centrale sudcoreano Kim Min-Jae, che ha esordito anche lui al Diego Armando Maradona, ha chiuso le marcature con un colpo di testa su calcio d’angolo per affermare la sua superiorità nell’aria e siglare il 4 a 0.

Il Napoli ha confermato dopo questa vittoria di essere una squadra da tenere a mente per ogni obiettivo. Buona partita, solidità difensiva e attacco rinnovato con un Kvaratskelia sorprendente e a cui bisogna aggiungere l’argentino Giovanni Simeone, che dovrà aspettare la prossima giornata per esordire gli azzurri di Napoli.

Sempre in attesa di Juventus e Roma che giocano oggi lunedì 22 agosto.

Risultati 2° Giornata di Serie A

Giornata 2
Squadra locale Risultato Squadra in visita
Torino

Torino

0-0 Lazio

Lazio
Udinese

Udinese

0-0 Salernitana

Salernitana
Inter Milan

Inter Milan

3-0 Spezia

Spezia
Sassuolo

Sassuolo

1-0 Lecce

leccese
Empoli

Empoli

0-0 Fiorentina

Fiorentina
Napoli

Napoli

4-0 Monza

Monza
Atalanta

Atalanta

1-1 Milano

Milano
Bologna

Bologna

1-1 Verona

Verona
Roma

Roma

22/08 18:30 Cremonese

Cremonese
Sampdoria

Sampdoria

22/08 20:45 Juventus

Juve

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento