Home » Serena Williams vince di nuovo agli US Open e va al terzo turno

Serena Williams vince di nuovo agli US Open e va al terzo turno

di Redazione EFBET News
serena williams

Se continua a giocare così, chissà quanto durerà questo addio?

Non importa cosa accadrà una volta terminato il suo viaggio a Flushing Meadows, ma  è importante sapere dopo ieri sera che la 40enne Williams fa ancora paura. E’ ancora capace di un tennis fantastico, sta ancora vincendo e, come gli spettatori urlanti i cui ruggiti hanno riempito di nuovo l’Arthur Ashe Stadium: è pronta per il prossimo turno.

La Williams ha eliminato la testa di serie n. 2 Anett Kontaveit 7-6 (4), 2-6, 6-2 nel secondo turno degli US Open per assicurarsi che giocherà almeno un’altra partita in singolo in quello che ha accennato sarà l’ultimo torneo di la sua illustre carriera.

“Questo è ciò che so fare meglio”, ha aggiunto. “Amo le sfide e sto affrontando una sfida.”

Dopo aver battuto lunedì l’80° del ranking Danka Kovinic in due set, e poi aver ottenuto la sua 23° vittoria nelle ultime 25 partite contro qualcuno classificato n. 1 o n. 2, cioè contro contro Kontaveit ieri sera, la sei volte campionessa a Flushing Meadows giocherà venerdì per un posto al quarto turno.

La sua avversaria sarà Ajla Tomljanovic, 29enne australiana classificata al 46° posto. Non si sono mai incontrate.

Alla domanda su come se la cava finora, Williams ha risposto con una risata di cuore: “Beh, sono una giocatrice piuttosto brava”.

Ha servito la battuta fino a 119 mph, è rimasta con Kontaveit durante lunghi scambi  dalle linee di fondo e ha evocato parte della sua brillantezza quando era più necessario. Dopo aver tirato fuori un primo set stretto, poi vacillando nel secondo, Williams si è diretto negli spogliatoi per una piccola pausa prima del terzo.

Quando hanno ripreso, è stata la Williams ad alzare il suo livello ed è emersa come la giocatrice migliore.

Proprio come ha fatto così tante volte, su così tanti campi, con così tanto in gioco.

“Sono super competitiva. Onestamente, lo vedo solo come un bonus. Non ho nulla da dimostrare”, ha detto, il che è certamente vero. “Non riesco mai a giocare in questo modo – dal ’98, davvero. Letteralmente, ho una ‘X’ sulla schiena dal ’99”, l’anno in cui ha vinto il suo primo titolo del Grande Slam agli US Open all’età di 17 anni.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento