Home » Serie A: si chiude con la 38esima giornata

Serie A: si chiude con la 38esima giornata

di Redazione EFBET News
seriea38

Parte questa sera con l’anticipo del venerdì l’ultimo turno della Serie A, che mai come quest’anno vede ancora totale incertezza per quel che riguarda lo Scudetto, ma anche la qualificazione all’Europa e la salvezza.

Si parte alle 20.45 con il Torino che ospiterà la Roma. Gli uomini di Juric, dopo un bel campionato, non hanno nulla da chiedere, mentre i giallorossi cercano ancora una qualificazione, o in Europa League o in Conference, in attesa di giocare la finale del 25 maggio di Tirana contro il Feyenoord che gli consentirebbe di accedere direttamente in EL.

Il sabato di Serie A si apre alle 17.15 con il match tra il Genoa, ormai retrocesso, e il Bologna, che farà da antipasto alle tre partite delle 20.45. L’Atalanta dovrà vincere per forza contro l’Empoli per continuare a coltivare i sogni europei, con uno sguardo anche ai risultati delle altre contendenti, come appunto la Roma, ma anche la Lazio, impegnata all’Olimpico contro il Verona alla stessa ora, e la Fiorentina che al Franchi disputerà una delle partite più calde per i viola, quella contro la Juventus, ormai certa della Champions ma senza titoli in bacheca per la prima volta negli ultimi 10 anni.

Domenica, oltre all’ininfluente gara delle 12.30 tra lo Spezia, matematicamente salvo, e il Napoli che ha blindato il terzo posto nella scorsa giornata, alle ore 18 vivremo le due sfide chiave del campionato in ottica Scudetto: il Milan cerca almeno un punto in casa del Sassuolo per il trionfo finale, mentre l’Inter attende a San Siro la Sampdoria, salva dopo la netta vittoria contro la Fiorentina, sperando nella sconfitta dei cugini rossoneri, unico risultato possibile per mettere le mani sullo scudetto al posto loro, avendo lo sfavore degli scontri diretti in caso di arrivo in parità.

Chiudono la Serie di questa stagione i due posticipi delle 21, anch’essi determinanti, ma per rimanere nel massimo campionato: nella partita tra Salernitana e Udinese, ai campani basterebbe un punto o anche zero in caso di mancata vittoria del Cagliari, che gioca alla stessa ora, contro il Venezia in trasferta, con i lagunari già in B. Se i sardi dovessero vincere e la squadra di Nicola pareggiare, avrebbero la meglio i primi in virtù di una migliore differenza reti generale.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento