Home » Sonny Colbrelli e l’unica soluzione per tornare a correre

Sonny Colbrelli e l’unica soluzione per tornare a correre

di Redazione EFBET News
colbrelli

La avevamo lasciato mentre veniva trasportato d’urgenza all’Ospedale Universitario di Girona, vittima di un malore all’arrivo della prima tappa del Giro di Catalogna 2022, ma negli scorsi giorni Sonny Colbrelli è finalmente tornato a casa nella sua San Felice del Benaco, in provincia di Brescia, dopo aver trascorso un periodo di degenza presso l’Ospedale di Padova.

Il ciclista della Bahrain Victorious, ultimo vincitore della Parigi-Roubaix, ha sofferto di un arresto cardiocircolatorio che ha costretto i medici ad impiantargli un defibrillatore sottocutaneo, come accaduto in tempi non sospetti al calciatore danese ex Inter Christian Eriksen.

Per Colbrelliora si prospetta un lungo periodo di stop di alcuni mesi utili per la sua riabilitazione. Nel frattempo a tenere banco è la questione relativa al suo ritorno in pista. Come sottolineato da Lucio Mos, presidente della Società italiana di cardiologia dello sport, in una intervista rilasciata a Repubblica, in Italia esiste una norma, che risale al 2017 e che verrà aggiornata nel 2022 senza però modifiche sul tema, che impedisce agli atleti impegnati in sport ad alto impegno cardiovascolare di poter svolgere attività agonistica con un defibrillatore sottocutaneo. Una circostanza che, per l’appunto, aveva costretto Eriksen a rescindere il contratto con i neroazzurri e tornare in Premier League con la maglia del Brentford.

Tale divieto, però, non esiste in tutti i Paesi, e Colbrelli potrebbe risalire sulla bici, nel caso riuscisse ad ottenere una licenza straniera ed entrare nel sistema sanitario di un’altra Nazione, come l’Inghilterra. Altra ipotesi, ancora tutta da stabilire, sarebbe quella della rimozione del defibrillatore sottocutaneo, cosa che avverrebbe unicamente qualora il problema cardiaco fosse del tutto sparito. Al riguardo, però, come evidenziato da Mos, bisognerebbe risalire alle cause del malore e scoprirne la natura.

Ma il suo ritorno sembra essere comunque poco attuabile.

Di recente, Colbrelliè stato visto partecipare come spettatore in incognito a una gara in cui stava correndo suo fratello Tomas, anche lui ciclista, ma a livello amatoriale.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento