Home » Stoner critica la Ducati e spinge Marquez a cambiare

Stoner critica la Ducati e spinge Marquez a cambiare

di Fabrizio
stoner

È risaputo che l’ultima tecnologia in MotoGP viene sempre dalla Ducati . Per lo stesso motivo, però, spesso sorgono polemiche tra le altre fabbriche accusandole di aver superato il limite di legalità previsto dal regolamento MotoGP. Questa è stata l’opinione di Casey Stoner in merito, tenendo conto che è ancora legato alla Ducati.

“Sento che questa generazione ha perso un po’ di comprensione di cosa succede in un fine settimana: se stai cercando di proteggere le tue gomme, se stai cercando di preparare la tua moto per la gara, ecc., perché c’è un un sacco di roba elettronica ora o perché hanno acceso i dispositivi elettronici . Stoner confronta i suoi tempi in cui ha corso -che non sono stati neanche finora- con l’attuale MotoGP.

“Sento che questa generazione ha perso un po’ di comprensione di ciò che accade in un fine settimana”

A sua volta Stoner racconta la sua esperienza: «Quando ero pilota ho sempre lottato contro i miei ingegneri per liberarmi di quanta più elettronica possibile dagli allenamenti o dai test gratuiti per cercare di capire davvero cosa stesse succedendo con la moto. e al suo interno “, ha detto l’ex pilota australiano.

Foto: MotoGP

“Esperienza. È una parola che non mi piaceva quando ero più giovane, soprattutto in Ducati, dove Loris [Capirossi] aveva esperienza e io praticamente non ne avevo ” , ricorda Casey del suo tempo da pilota. “Il mio ingegnere era al suo primo anno come ingegnere capo ed entrambi abbiamo vinto il campionato ed è stato positivo”.

«Quando ero un pilota ho sempre lottato contro i miei ingegneri per liberarmi della maggior parte dell’elettronica»

Riguardo al ritorno di Marc Márquez, Stoner ritiene che sarà più mentale che fisico: «Per anni ho persino guidato con una spalla in uno stato delicato, non delicato come il suo, e si finisce per trovare il modo di fare marcia indietro. Ma penso che più di una forma mentale e che la gente non si aspetta, dovrà reinventarsi e dovrà cambiare il suo modo di guidare ” , ha detto l’ex pilota della MotoGP.

“Deve pensare in modo diverso, ed è stata la prima cosa quando sono tornato ai GP: puoi spingere ed essere veloce, ma c’è sempre il fuoco in vista” , ricorda l’australiano. «Nel corso della mia carriera ho imparato ad essere veloce ma con meno rischi e questo di solito mi rendeva più veloce. Cerchi di essere il più veloce possibile, ma per me è cercare di essere veloce senza rischi e sembra facile, ma non è facile da fare”, Stoner si confronta così con il suo stile.

Infine, Stoner è certo che Marc Márquez apporterà modifiche al suo stile di guida. “Dovrà imparare a guidare in modo diverso ea mettere il corpo in una posizione diversa quando si attacca di curva, magari frenare un po’ prima, applicare meno pressione in frenata quando si inizia ad entrare, tante cose. Deve adattarsi alla situazione attuale ” 

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento