Home » L’Uefa ha risarcito l’Inter per 3 milioni di Euro dopo il suo arresto cardiaco

L’Uefa ha risarcito l’Inter per 3 milioni di Euro dopo il suo arresto cardiaco

di Fabrizio
eriksen inter

Nuovi dettagli sono emersi dal bilancio dell’Inter , che conferma di ricevere un risarcimento dalla UEFA dopo che Christian Eriksen ha subito un arresto cardiaco a Euro 2020.

Il centrocampista danese, contratto con i nerazzurri nel momento dell’incidente, ha subito un arresto cardiaco al 43′ della sfida di Euro 2020 contro la Finlandia. Si è ripreso e in seguito è stato dotato di un defibrillatore cardiaco sottocutaneo, cosa che gli ha impedito di continuare la sua carriera in Italia. 

Eriksen è stato congedato dall’Inter nel dicembre 2021 e il gennaio successivo è arrivato al Brentford con un contratto di sei mesi. Successivamente, è passato al Manchester United a parametro zero, firmando un contratto triennale.

Come evidenziato da Calciomercato.com, la UEFA ha pagato all’Inter circa 3 milioni di euro di risarcimento a seguito dell’arresto cardiaco di Eriksen, ricevendo il compenso perché il loro centrocampista tesserato stava giocando una partita UEFA quando è avvenuto l’incidente.

Il centrocampista danese si è unito ai nerazzurri con un affare del valore di circa 27 milioni di euro a gennaio 2020, lasciando il Tottenham dopo sei anni e mezzo. Con il club ha collezionato 60 presenze in tutte le competizioni, facendo parte della squadra che ha vinto la Coppa Italia.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento